Staff Coordinamento Mondo Medico

Staff Coordinamento Mondo Medico

Martedì, 06 Ottobre 2015 16:06

OMCEO ROMA " Riduzione tassa ordinistica 2016"

Si informano i colleghi medici ed odontoiatri iscritti all'Ordine Provinciale di Roma dei Medici - Chirurghi ed Odontoiatri che è possibile avanzare richiesta per la riduzione della tassa ordinistica di iscrizione per l'anno 2016. 

Ricordiamo che la domanda per la riduzione della tassa annuale può essere presentata dagli iscritti nei primi tre anni dal conseguimento della laurea che abbiano reddito annuo complessivo lordo dichiarato per l'anno 2014 inferiore ad Euro 26.105,00.

In allegato il modulo di richiesta con tutte le istruzioni da inviare tramite PEC all'indirizzoQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  o mediante servizio postale all'indirizzo Via G.B. De Rossi, 9 - 00161 Roma.

Ulteriori informazioni sul sito dell'Ordine Provinciale di Roma

Coordinamento Mondo Medico :Sanatoria per tutti i medici del concorso delle Specializzazioni Mediche 2014

 

A distanza di mesi dal primo concorso nazionale per l'accesso alle specializzazioni "Robin Hood" torna nuovamente a dar voce ai medici: nuove accuse ed ancora tante le criticità del Concorso Nazionale SSM 2015 nel più assoluto silenzio del Ministero.


Coordinamento Mondo Medico racconta i retroscena di questa assurda storia, continua a battersi per il diritto alla formazione per tutti e, ribattendo ad associazioni di categoria che lanciano infondate accuse contro i colleghi, apre alla massima inclusività per cambiare questo assurdo sistema selettivo.

Quale futuro per i medici italiani? Risponde il segretario generale Fp CGIL Medici Dott. Massimo Cozza.

Per scoprire i dettagli guarda il video della puntata sul nostro canale YouTube al seguente link https://www.youtube.com/watch?v=KjHr-hhVcTI&feature=youtu.be 

Il Coordinamento Mondo Medico, in merito alla pubblicazione delle graduatorie del concorso per le scuole di specializzazione, non può non rilevare e criticare come, ad oggi, si sia consacrato il principio che solo una parte dei medici potranno specializzarsi e formarsi. Tanti colleghi e medici rimarranno fuori dal diritto e dovere alla formazione e Le graduatorie, peraltro, non pare siano state neanche ben controllate sui punteggi del curriculum vitae, nonostante le nostre richieste. Il concorso, pur se non caratterizzato dalla grottesca inversione di una prova al posto dell’altra, è stato pregno di irregolarità con disomogeneità, da sede a sede, di misure preventive atte a reprimere le illegalità. Il Coordinamento Mondo Medico proseguirà sulla strada politica a battersi per il diritto alla formazione per tutti, non precludendosi aprioristicamente la strada ad iniziative legali qualora ve ne fossero i presupposti. Biasimevole risulta l’iniziativa di chi censura l’utilizzo dello strumento legale per i punteggi più bassi come accaduto per lo scorso anno accademico, poiché il diritto alla formazione dei medici laureati è per tutti ed un medico non si giudica da un test. Del resto, se si sostiene, da parte di alcuni, il non utilizzo del ricorso come grimaldello per sollevare problemi politici, non si dovrebbero poi fare dietro le quinte cause, anche se legittime, per milioni e milioni di euro per recuperare i soldi per i medici già specializzati, o difendere di fatto dietro la bandiera della meritocrazia a crocette gli interessi di società private di preparazione ai test che speculano sulle tasche dei medici e che sembrano non completamente estranee a questa vicenda.

Coordinamento Mondo Medico continua nel segnalare in anticipo tutte le situazioni che potrebbero compromettere la validità delle graduatorie prossime alla pubblicazione auspicando uno scatto d'orgoglio del ministero e la predisposizione di tutte le procedure utili a tale scopo.

In allegato è possibile scaricare l'ultima nota inviata al Ministero circa la richiesta di verifica dei titoli autocertificati dichiarati dai candidati alla luce delle numerose segnalazioni pervenute dai colleghi nelle ultime ore.

Sabato, 01 Agosto 2015 19:00

SSM 2015: medie a confronto

Nel documento allegato tutte le medie del Secondo Concorso Nazionale SSM 2015 ed il confronto con la prima edizione concorsuale: cosa è cambiato? 

Nonostante gli sforzi profusi, ancora una volta il concorso nazionale si è caratterizzato per numerose criticità: i nostri sospetti, preventivamente denunciati al Ministero, hanno trovato reale concretizzazione durante questi quattro giorni di prove.

Le procedure di sicurezza e i controlli sono stati diffusamente carenti, tranne qualche eccezione, e, solo nell’ultima giornata, si è avuto un controllo più serrato: la disomogeneità delle sedi – sia per la diversa autorevolezza delle commissioni e per le precauzioni volte a ridurre al minimo la possibile collaborazione tra candidati - è stata nuovamente confermata come dimostrato dalla necessità di intervento delle forze dell’ordine che, in più di un’occasione, hanno dovuto ripristinare la legalità delle prove. “Questa è la conferma che non vi sarà mai un concorso realmente meritocratico finchè non sarà prevista l’unicità della sede di svolgimento delle prove”.

Dobbiamo rilevare che, nonostante il bando non prevedesse quesiti riconducibili all’area pre-clinica, questi sono stati ampiamente somministrati nel corso della prova generale comune a tutte le specializzazioni: “è un dato preoccupante poiché stiamo ricevendo numerose sollecitazioni da parte di colleghi che intendono fermamente richiederne l’annullamento senza escludere il ricorso alla vie legali. Non vorremmo dover rivivere l’epilogo, peraltro inconcluso, del precedente concorso e per tali ragioni provvederemo a darne immediata segnalazione.”

Ribadendo il nostro fermo convincimento al diritto alla formazione per tutti invitiamo i colleghi a fornirci, nel più breve tempo possibile, segnalazioni relative a quesiti non coincidenti con le indicazioni del bando, o con risposte errate, al fine di darne rapida comunicazione al Ministero.

Siamo, infine, fortemente preoccupati per i titoli dichiarati dai candidati che non potranno essere adeguatamente verificati prima della pubblicazione delle graduatorie a causa dell’incompletezza dei certificati redatti da alcuni Atenei: “tale criticità è ancora irrisolta e, a nostro avviso, rappresenterà l’elemento di maggior pericolo di questa edizione concorsuale poiché in grado di falsare l’intera graduatoria nazionale. Per tali ragioni chiediamo nuovamente al Miur di prendere visione delle nostre note informative rendendoci da subito disponibili ad un incontro al Ministero per rappresentare minuziosamente le prove di quanto da noi asserito.”

Cari colleghi,

alla luce delle innumerevoli perplessità che hanno caratterizzato la burocrazia di questo secondo Concorso Nazionale e delle già numerose anomalie verificatesi, peraltro già denunciate al Miur dal Mondo Medico, nei giorni scorsi abbiamo redatto una rapida Guida al Concorso che ci accingiamo a sostenere sperando che possiate trovarvi le risposte a molte domande.

La Guida, scaricabile dall'allegato, contiene numerose indicazioni utili soprattutto sulle procedure che dovranno essere attuate in sede concorsuale e su quale condotta avere nel caso si assista ad irregolarità: infatti, nonostante nutriamo la speranza che tutto si svolga nella modalità più corretta possibile, ci rendiamo conto della difformità delle innumerevoli sedi concorsuali nonchè del personale addetto alla vigilanza. Per tali ragioni abbiamo fornito nel secondo allegato anche un modello con cui fare istanza di accesso agli atti, laddove ciò si rendesse necessario, ed i recapiti telefonici cui rivolgersi per segnalazioni urgenti.

 

Dopo le centinaia di segnalazioni che ci avete fatto pervenire abbiamo inoltrato una nota informativa al Miur rappresentando le numerose criticità ed anomalie riscontrate già in questa primissima fase pre-concorsuale.

Visti i tempi estremamente ristretti vi informiamo che sarà nostra premura procedere, se necessario e se non dovessimo ricevere riscontro scritto alla nostra nota, a prendere contatto telefonico direttamente con i dipartimenti competenti accertandoci che il Ministero si adoperi per risolvere le anomalie prima dell'inizio delle prove risolovendo anticipatamente criticità che possano compromettere la validità dei test che andremo a sostenere.

In allegato troverete il documento integrale

 

Dopo le anomalie dei certificati di laurea incompleti caricati dagli Atenei sul portale del Cineca si assiste all’ennesima anomalia di questo seconda concorso nazionale. Nelle ultime ore sono pervenute numerose segnalazioni di colleghi per i quali il MIUR sta predisponendo e comunicando cambi nell’assegnazione della sede in cui svolgere il concorso: non si tratta solo di un edificio piuttosto che di un altro ma, in molti casi, di città diverse dalla prima destinazione assegnata. Tale decisione, assolutamente ingiustificata, sta creando non pochi problemi ai concorrenti che, a pochissimi giorni dall’inizio delle prove, si trovano a dover annullare spostamenti e prenotazioni per cercarne di nuovi: non si tratta solo di un possibile ulteriore dispendio economico, non di certo irrilevante, ma anche di frequenti difficoltà nel reperire agevolmente un alloggio utile presso la nuova destinazione. “E’ l’ennesima dimostrazione del pressapochismo imperante, che anche quest’anno sta caratterizzando l’organizzazione del concorso, di un Ministero sordo a qualsiasi suggerimento fornito dal Mondo Medico. Chiediamo che vengano immediatamente cessate queste ingiustificate variazioni di sede dell’ultima ora e, per l’ennesima volta, che vengano predisposte, verificate ed assicurate le misure organizzative di controllo identiche per tutte le sedi, atte a garantire le medesime condizioni di sicurezza e legalità per tutti i concorrenti.”
Pagina 3 di 7